Press

Aloisi cerca la strada per Pechino «Tornei per ottenere punti olimpici»

Written by Akiyama Staff

La Stampa – 5/9/2006

di Lorenzo Monticone

JUDO

La torinese è reduce dal bronzo ai Mondiali militari: «La mia esperienza internazionale è limitata, per questo inseguo podi importanti»

La strada è lunga e tortuosa, ma vale la pena percorrerla o almeno provarci: in fondo, molto in fondo, i più bravi troveranno in premio l’Olimpiade di Pechino 2008. Per i judoka piemontesi la strada parte da Brescia, dove sabato e domenica un torneo internazionale costituirà l’ultima prova di selezione per il gruppo azzurro che lungo il 2007 andrà a caccia, nei tornei europei di livello A e Super A, dei punti necessari alla difficilissima qualificazione olimpica. Saranno diciannove in totale gli atleti della regione in gara, divisi tra le società subalpine ( l’Akiyama Settimo è la più rappresentata, seguita da Ginnastico Torino e Ginnic Valenza) e i gruppi militari, principalmente l’Esercito e le Fiamme Azzurre. Un mix di giovani speranze, con ragazzi reduci dai recenti Europei juniores, e sportivi oramai affermati, su tutti l’atleta delle Fiamme Azzurre Francesco Bruyere. Nel secondo gruppo da qualche settimana bisogna però annoverare anche Valentina Aloisi, venticinquenne torinese di scuola Akiyama e in forza all’Esercito che ha conquistato recentemente un ottimo bronzo ai Mondiali militari di Vinkovci, in Croazia. « Una gara di alto livello – spiega Valentina – non a caso vinta dall’austriaca Filzmoser, prima nell’attuale ranking europeo, che mi ha battuto di misura in semifinale » . La medaglia iridata è per Aloisi un punto di partenza, un trampolino a livello internazionale utile per puntare a obiettivi ancora più ambiziosi. « A medio termine il primo è sicuramente quello di essere in gara a Pechino – prosegue l’allieva di Pierangelo Toniolo – anche se è davvero dura: i posti sono pochi e la mia categoria di peso, i 57 chili, la più affollata. Anche in Italia, dove ho vinto il titolo agli Assoluti di Pesaro, in aprile, la concorrenza è molto agguerrita. La medaglia dei Mondiali è comunque un grande stimolo, perché la mia esperienza internazionale è ancora un po’ limitata. Proprio per questo vorrei riuscire in tempi brevi ad andare a podio in qualche torneo di alto livello, sia per ottenere punti olimpici che per aumentare la fiducia in me stessa » .

About the author

Akiyama Staff

Leave a Comment