Trionfo dell’Akiyama Settimo Vinti cinque titoli individuali e i due a squadre

GLI ALLIEVI DEI FRATELLI TONIOLO PROTAGONISTI A OSTIA NEI CAMPIONATI ITALIANI ESORDIENTI

Otto anni consecutivi di successi nella classifica generale italiana per società, scavalcando anche i gruppi militari come la mitica Guardia di Finanza. Ipotizzabile un calo di risorse nel serbatoio che da qualche stagione fornisce energia ed elementi anche alla nazionale maggiore.
Invece l’Akiyama Settimo si è confermata al recente campionato italiano esordienti (nati nel 1989) la realtà cittadina del judo più prolifica di vittorie a livello giovanile. A Ostia ha raccolto il tricolore tanto con il settore maschile quanto in quello femminile, l’anno passato appannaggio del Centro Ginnastico Torino (altra realtà subalpina costantemente presente ai vertici nazionali).
«Riconfermarsi è sempre difficile perché a quell’età i ragazzi sono passibili di trasformazioni fisiche e anche di concentrazione, che possono fare sballare ogni previsione» spiega Pierangelo Toniolo, direttore tecnico e allenatore dell’Akiyama insieme con il fratello. Fra i maschi sono arrivati tre titoli individuali con Alessandro Belverato (kg 50), Giovanni Carollo (kg 60) e Giulio Mezzadri (kg 70).
«Mezzadri si allena con noi da quando aveva quattro anni – dice Toniolo -, Carollo invece è di origini palermitane, suo padre è maresciallo dei carabinieri e si è trasferito a Torino da pochi anni. Sono tutti giovani che crescono bene, anche se è presto per indicarli come possibili stelle del judo. Finora le soddisfazioni sono tante e per loro e per noi che continuiamo così ad essere il fiore all’occhiello di Torino. C’è anche da sottolineare come i corpi militari nelle ultime annate si siano disimpegnate nel settore giovanile, mentre resistono e bene a livello assoluto».
Una conferma importante è venuta anche da Giorgio Leccese per la seconda volta consecutiva campione italiano nei kg 46, ed elemento di spicco del Centro Ginnastico. Così come positivi sono i piazzamenti di Davide Maserin (kg 38), atleta tesserato per il Crono Sport e allenato da Marchetti al Centro Ginnastico, di Andrea Salustro (Budokan, terzo nei kg 50) e Alberto Doretto (altro prodotto settimese, terzo nei kg 60).
Due successi sono giunti all’Akiyama dal settore femminile. Le protagoniste che hanno permesso al club settimese di superare in graduatoria la Conca d’oro di Palermo sono Alessia Paletto (kg 44) e Alessia Regis (kg 52).
«La Paletto è di Moncalieri – aggiunge Toniolo – e si fa un sacco di chilometri a settimana per allenarsi ma ha tanta costanza. La Regis invece è un’altra judoka che è cresciuta assieme a noi».
A Prato sabato s’inaugura la stagione che condurrà ad Atene 2004, con una gara clou per i colori azzurri, i campionati italiani di tutte le categorie, dai cadetti ai senior. In gara le migliori formazioni. L’Akiyama potrà disporre di tutti i suoi elementi cardine, dai fratelli Bruyere, già approdati alla nazionale senior, a Francesca Congia e Valentina Aloisi che hanno partecipato alle Universiadi e poi la rivelazione degli ultimi due anni, Roberta Piano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *