Press

L’Akiyama rimane leader. I settimesi sono primi in Italia per il 10° anno

AL JUDO piemontese non servono nemmeno i classici bilanci di fine anno. Bastano e avanzano i risultati che hanno confermato ai vertici nazionali il movimento regionale, trainato dallíAkiyama di Settimo Torinese ma ricco di altre realtà diverse e vincenti. Nel 2005 la società settimese si è confermata per il decimo anno consecutivo prima in Italia per punteggi complessivi, raccogliendo medaglie a livello internazionale con l’argento di Jenny Pitzanti ( Euro Juniores), l’oro e ancora l’argento di Alessia Regis e Gianni Carollo (Euro Cadetti). Cresciuti nell’Akiyama sono anche i fratelli carmagnolesi Francesco e Alessandro Bruyere, rispettivamente argento iridato e oro ai mondiali militari, in forza alle Fiamme Azzurre ma con base al Centro Ginnastico Torino, dove si allenano sotto la guida di Janusz Pawlowski. Proprio il Ginnastico, con il Centro Judo Ciriè, il Kimochi Alpignano e il Ginnic Valenza, costituisce quel gruppo di società in crescita che contribuisce a mantenere in alto il judo piemontese, a livello senior ma soprattutto giovanile. La ciliegina sulla torta del 2005 è però arrivata dall’Esercito, che ha chiamato Pierangelo Toniolo, allenatore dell’Akiyama, a far parte del proprio staff tecnico. Con lui passeranno al gruppo militare tre forti atleti del sodalizio settimese, Danilo Mantovani, Francesca Congia e Valentina Aloisi. Come le Fiamme Azzurre, anche l’Esercito lascerà che gli atleti proseguano a vivere ed allenarsi a Torino, ormai una piccola capitale del judo italiano

Lorenzo Monticone  – La stampa

About the author

Akiyama Staff

Leave a Comment